DOMESTICATED NATURE
Tea Mäkipää
#2011 / Tea Mäkipää / Domesticated Nature / February 18th - April 22th 2011 / curated by CLAUDIA LÖFFELHOLZ / ALL WORKS



EN
IT
  • z2o Sara Zanin Gallery is glad to present for the first time in Italy,  Finnish artist Tea Mäkipää with a solo exhibition in the gallery space in Rome entitled Domesticated Nature.

    Tea Mäkipää is famous worldwide for her huge installations and important public art projects. Her work is characterized by her incisive criticism on the way of life of western civilization. Her exhibition in Rome proposes two large panoramic photographs combined in a suggestive installation.
    The work World of Plenty (2005) is a utopian vision of harmony, a garden of Eden where human beings live and coexist peacefully, an ideal world full of respect for each other. This paradise is surrounded by landscapes intact and characterized by the absolute absence of any technology, industry and urbanism. World of Plenty is adapted to the space in Rome from the epic and original thirty metre long photographic installation shown in 2005 EXPO Aichi, Nagoya, Japan and in 2008 at the exhibition Arctic Hysteria, MOMA PS1, New York. Created with the help of computer graphics technology as a brilliant collage of different photographs, it raises the question of how far away humans are from this paradise, that we are looking for at least in our holidays. What is our model of life and what is each of us – beyond complaining – doing to benefit the environment and society?
    In contrast with this utopia there is the other work Years after Zero (2008), a photograph with identical dimensions, which displays the opposite model of life. In place of paradise, her western society is one where human beings are lost in a chaotic reality and live in an urban nightmare full of social and moral decline.
    Finally, the exhibition proposes video and photographs of the work Link (2009), the history of a teenager boy, an half-human, half-chimpanzee, who lives out of the civilized world with his mother, on a small Finnish island. The romance with unpolluted nature and the simple life is shattered by the arrival of a journalist of which Link falls in love.
    The artist will be present at the opening.

    The project is supported by the Finnish Embassy in Rome and Frame Finnish Fund for Art Exchange

  • z2o Sara Zanin Gallery è lieta di presentare per la prima volta in Italia l’artista finlandese Tea Mäkipää, con una mostra monografica nello spazio della galleria a Roma, dal titolo Domesticated Nature.

    Tea Mäkipää è famosa nel mondo per le sue enormi installazioni e per gli importanti progetti d’arte pubblica. Il suo lavoro è caratterizzato da una critica incisiva sullo stile di vita della civiltà occidentale. La mostra a Roma propone due grandi fotografie panoramiche in una suggestiva installazione. L’opera World of Plenty (2005) è una visione utopistica dell’armonia, un Giardino dell’Eden dove gli esseri umani vivono e coabitano in pace, un mondo ideale in cui regna il rispetto reciproco. Questo paradiso è circondato da paesaggi intatti, caratterizzati dall’assenza assoluta di ogni forma di tecnologia, industria e urbanizzazione. World of Plenty è un adattamento per lo spazio romano dell’originale installazione fotografica lunga 30 metri esposta nel 2005 all’EXPO Aichi, a Nagoya in Giappone e nel 2008 al MOMA PS1 di New York nella mostra Arctic Hysteria. Creato con l’aiuto della tecnologia grafica computerizzata come un brillante collage di differenti fotografie, il lavoro pone la questione di quanto l’umanità sia lontana da tale paradiso, che ci riserviamo di cercare almeno nelle nostre vacanze. Qual è il nostro modello di vita e che cosa sta facendo ciascuno di noi, oltre a lamentarsi, per aiutare l’ambiente e la società? In contrasto a questo mondo ideale sta Years After Zero (2008), fotografia panoramica delle stesse dimensioni, che mostra il modello opposto di vita. Nella società occidentale gli esseri umani sono persi in uno scenario di caos e vivono in un incubo urbano in pieno declino sociale e morale. Infine la mostra propone il video ed una serie di fotografie di Link (2009), storia di un mezzo uomo e mezzo scimpanzé che vive isolato e lontano dal mondo civilizzato con la madre, su una piccola isola in Finlandia. L’idillio con la natura incontaminata e la vita semplice viene spezzato dall’arrivo di una giornalista della quale Link si innamora.

    L’artista sarà presente all’inaugurazione.

    Il progetto ha il patrocinio dell’Ambasciata di Finlandia ed è sponsorizzato da Frame Finnish Fund for Art Exchange.

    Oltre alla mostra in galleria Tea Mäkipää partecipa ad Art First Bologna 2011 nella mostra Se un giorno d’inverno un viaggiatore, a cura di Julia Draganovic, nato dalla collaborazione tra la città di Bologna ed Arte Fiera Art First, un progetto che vede delle installazioni di una ventina di artisti in 15 location pubbliche della città felsinea.


 


BACKNEXT
DOMESTICATED NATURE
Tea Mäkipää
#2011
Tea Mäkipää
Domesticated Nature
February 18th - April 22th 2011
curated by CLAUDIA LÖFFELHOLZ
ALL WORKS

Loading