IL VOLTO INTERIORE
Raphaëlle de Groot



EN
IT

  • RAPHAËLLE DE GROOT
    The inner face

    November 6th – December 29th, 2007
    curated by Cecilia Casorati

    Z2O Sara Zanin Gallery is pleased to present Raphaëlle de Groot in her exhibition The inner face. The Canadian artist’s first solo exhibition in Italy, de Groot presents a new project.
    According to her usual artistic practice, she mixes several different languages – performance, photography and drawing – to create an event that involves the public directly during the exhibition.
    The inner face, is a gathering of traces: the artist covers her face with a paper mask which keeps her from seeing, however she attempts to draw a portrait with the people who are willing to connect with her. The inner face is also a collection of signs whose significance extends itself beyond the evident interest between the artist and the spectator. From her very first works,

    Raphaëlle de Groot has oriented her research toward a redefinition of the role of the artist. Her exhibitions are worksites in which thought, project, and artistic practice are “in exercise.” (En exercice is the title she chose for her first retrospective at the UQAM Gallery in Montréal, Canada, in 2006.) Her work is constantly challenged by the environment and the relationships that are established with a changing public. In this way she breaks with many interpretive habits, opening her self up to instability and plurality of the everyday in which the public is the principal interpreter.
    “To be an artist, in this way, means experimenting with one’s limits, questioning the vision of a static reality, breaking with rigid orders and working in a movement that calls for disorientation and accepts discomfort”.
    The exhibition at the z2o Gallery is also presenting a selection of previous works. These works are articulated around the interest of the artist for the Other, and particularly to projects connected to portrait.
    During the exhibition it will be possible to meet with the artist and participate to her project by taking an appointment. For information call the gallery.
    At the end of the show, we will be presented the catalogue curated by Cecilia Casorati.

  • RAPHAËLLE DE GROOT
    Il volto interiore

    6 novembre – 29 dicembre 2007
    a cura di Cecilia Casorati

    La Z2O Sara Zanin Galleria è lieta di presentare l’artista Raphaëlle de Groot con la mostra Il volto interiore.
    Il volto interiore è il titolo del progetto inedito che l’artista canadese Raphaëlle de Groot presenta nella sua prima personale italiana. Seguendo una pratica già a lungo sperimentata, l’artista coniuga linguaggi diversi – performance, fotografia, disegno – realizzando un’azione con la partecipazione del pubblico che si svilupperà lungo tutto il periodo della mostra. Il volto interiore è una raccolta di tracce – l’artista, con il volto coperto da una maschera di carta che le impedisce di vedere, realizza un ritratto con le persone che desiderano mettersi in relazione con lei –, di segni, il cui significato si estende oltre l’evidente interesse nei confronti della relazione con lo spettatore. Raphaëlle de Groot ha orientato la propria ricerca verso una ridefinizione del ruolo dell’artista. Le sue mostre sono dei cantieri nei quali il pensiero, il progetto e la pratica artistica sono “in esercizio” – En exercice è il titolo scelto dall’artista per la sua prima retrospettiva alla Galleria dell’UQAM, di Montréal, nel 2006 – , sono continuamente messi alla prova dalle circostanze e dalle relazione che si stabiliscono, di volta in volta, con il pubblico. In tal modo, l’artista spezza le consuetudini interpretative, aprendosi all’instabilità e alla pluralità del quotidiano di cui il pubblico è l’interprete principale.
    “Essere artista, secondo tale spirito, vuol dire sperimentare i propri limiti, intaccare l’idea di una realtà statica, rompere gli schemi rigidi e lavorare in un movimento che persegue il disorientamento e accetta il disagio.”
    La mostra alla z2o Galleria l Sara Zanin presenta inoltre una selezione di opere precedenti. La scelta dei lavori si articola attorno all’interesse dell’artista nei confronti dell’altro, e in particolar modo dei progetti legati al ritratto.

    Gli incontri con l’artista si terranno su appuntamento per tutto il periodo della mostra. Per informazioni rivolgersi alla galleria.
    A conclusione dell’esperienza artistica svolta a Roma sara’ presentato il catalogo a cura di Cecilia Casorati.


 



Loading